Stefano Tropea (foto Andrea Avezzù)

Stefano Tropea (Padova, 1983) ha studiato presso l’Escola Tècnica Superior d’Arquitectura de Barcelona e l’Università Iuav di Venezia, dove si è laureato con il Prof. Bernardo Secchi.
Nel 2010 fonda B22, dopo aver collaborato con Cino Zucchi Architetti e Mauro Galantino a Milano, e con Claus en Kaan Architecten e SeARCH a Amsterdam.

Con B22 ha seguito la realizzazione di un edificio di housing sociale in via Pier Paolo Pasolini a Milano (2012-15), la ristrutturazione di una palazzina residenziale con un sopralzo progettato da Ico Parisi a Como (2016-17) e i progetti per un edificio residenziale cooperativo in via Savona a Milano (2017-in corso) e per il recupero del complesso di Cascina San Carlo sempre a Milano (2016-in corso). Ha inoltre seguito il coordinamento locale e l’allestimento del padiglione del Regno del Bahrain alla 12a e 13a Mostra Internazionale di Architettura La Biennale di Venezia (2010, 2012), e partecipato alla 14a e 15a Mostra Internazionale di Architettura la Biennale di Venezia nelle sezioni Monditalia – Tortona Stories (2014) e Padiglione Venezia (2016).

Insieme a B22 ha ricevuto il Premio speciale all’opera prima– Medaglia d’oro all’architettura italiana (2015), ed è stato inoltre selezionato per il Premio Europe 40 under 40 (2016) e segnalato per il Premio Giovane talento dell’architettura italiana (2015). Con il team del Padiglione del Regno del Bahrain alla 12a Mostra Internazionale di Architettura La Biennale di Venezia ha ricevuto il premio Leone d’oro per la migliore partecipazione nazionale (2010).

Docente a contratto (ICAR/14 Composizione architettonica e urbana) nel corso del Prof. Cino Zucchi presso il Politecnico di Milano dal 2017 e in precedenza docente a contratto (ICAR/15 Architettura del paesaggio) presso il campus di Piacenza del Politecnico di Milano nel 2010-11.

Dal 2013 è Consigliere dell’Ordine e della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Milano, con delega alle attività culturali.

 

(fotografia: Andrea Avezzù)